Resoconto commissione Paritetica Scuola di Medicina

Oggi 3/06/2014, come da calendario stabilito a inizio anno, si è riunita la commissione Paritetica della Scuola di Medicina: erano presenti il presidente prof. Messina, il segretario prof. Almasio, buona parte della rappresentanza del corpo docenti e una ridotta parte della rappresentanza del corpo studenti per ogni singolo cdl all’interno della commissione stessa.

Concetti chiave emersi durante la riunione:

–          Ruolo della commissione paritetica all’interno dei singoli cds: la commissione deve soprattutto porsi come intermediaria fra il corpo studenti e il corpo docenti del singolo cds, allo scopo di raccogliere e, infine, provare a risolvere, le criticità fatte emergere da entrambe le componenti; dunque a questo scopo, è necessario che gli studenti si rivolgano, ogni qualvolta colgano una disfunzione del sistema didattico generale o tutoriale (tirocini) all’interno del cds, al proprio rappresentante in commissione paritetica o al proprio rappresentante in commissione Assicurazione di Qualità (AQ).

 

–          Ruolo delle schede di valutazione dei corsi di insegnamento: gli studenti sono tenuti a compilare con piena coscienza e impegno le schede di valutazione dei corsi di insegnamento e le schede di valutazione del cds sottoposte ai laureandi; se questi giudizi non vengono formulati in maniera idonea e corretta, la Scuola di Medicina e l’Ateneo in generale, non saranno mai in grado di progredire o migliorare, cosa che tutti noi ci auspichiamo. Particolare malcontento è emerso dai risultati dei questionari sottoposti ai laureandi 2013.

 

–          Importanza della coincidenza fra: argomenti spiegati a lezione, argomenti presenti nelle schede di trasparenza e le nozioni richieste al momento della verifica in sede di esame, concetto ribadito più volte sia da alcuni professori sia da alcuni studenti.

 

–          Abolizione del pre-esame di Biochimica Clinica: viene posta all’attenzione della commissione dal rappresentante di medicina l’abolizione del pre-esame di Biochimica Clinica all’interno dell’insegnamento Medicina di Laboratorio, pre-esame ritenuto dalla totalità degli studenti un sovraccarico eccessivo e ridondante rispetto all’esame finale della stessa materia. La commissione si è mostrata favorevole all’abolizione e farà il possibile per metterla in atto.

 

–          Rifiuto del voto proposto alla fine di un esame: alcuni studenti hanno segnalato l’impossibilità di rifiutare, in rare circostanze, il voto con cui il professore valuta lo studenti. I membri della commissione hanno rassicurato il corpo studenti sul fatto che, con l’entrata in vigore del nuovo sistema di caricamento della materie al termine dell’esame, lo studente non può essere obbligato ad accettare un voto poiché deve porre, in maniera consenziente, la propria firma digitale.

You may also like...

Lascia un commento