Festival dell’Ingegno

Territorio chiama, ingegno risponde: il Festival dell’Ingegno entra nel vivo dopo la presentazione delle modalità operative di svolgimento del concorso, svoltasi lunedì 10 ottobre presso il Teatro Massimo alla presenza di moltissimi giovani pronti a raccogliere la sfida.

Il Comune di Palermo, per il tramite dell’Assessorato Attività Produttive, ha avviato, in sinergia con l’Università degli Studi di Palermo, l’organizzazione del Festival dell’Ingegno.
L’evento, che prende le mosse nel 2016, vuole diventare un appuntamento annuale fisso per la città e nasce con l’intento di stimolare il pensiero creativo dei giovani, offrendo opportunità per il loro talento.

Il Festival si propone come vetrina del genio espresso dai soggetti presenti sul territorio, ma soprattutto come laboratorio per lo sviluppo di soluzioni concrete e originali per specifici bisogni manifestati dai vari ambiti del tessuto socio-economico di riferimento (imprese, pubblica amministrazione, aziende partecipate), nonché per proposte di nuova imprenditorialità.

Il fulcro del Festival è rappresentato dalla “Call for solutions”, ossia un concorso di idee, aperto a istituzioni pubbliche (in primis aziende partecipate), imprese di grandi dimensioni, PMI che abbiano scelto di innovare e di scommettere sul talento e la creatività presenti sul territorio.

Dal 10 Ottobre fino al 31 Gennaio dell’anno successivo tutti i partecipanti potranno iscriversi ed inviare le proprie proposte di soluzione.
PROCEDURE PER LA PARTECIPAZIONE DEI CONCORRENTI

Possono partecipare al concorso i giovani che:

  •  abbiano un’età compresa tra i 16 e i 39 anni;
  •   siano in possesso della cittadinanza italiana o appartenente ad uno Stato

    comunitario; se stranieri, devono avere idoneo titolo attestante la regolarità del

    soggiorno ai sensi della legislazione vigente in materia;

  •   godano dei diritti civili e politici;
  •   abbiano residenza nella Regione Siciliana.

Modalità di partecipazione

Call aziendali

Fotogallery

Studenti Universitari

You may also like...

Lascia un commento