Consiglio di Scuola

Consiglio di Scuola

Art. 33 dello Statuto

Consiglio di struttura

  1. Il Consiglio e’ l’organo che svolge un ruolo primariamente strategico, orientato a sollecitare sinergie e razionalizzazioni nell’attivita’ didattica tra i Dipartimenti che lo costituiscono.

2. Sono competenze del Consiglio:

a) il coordinamento e la relativa proposta di attivazione e soppressione dei corsi di studio al Consiglio di amministrazione sulla base delle delibere provenienti dai Dipartimenti;

b) il coordinamento e la razionalizzazione del conferimento dei compiti didattici ai docenti, nel rispetto della qualita’ e della valutazione dell’offerta formativa e sulla base delle indicazioni dei corsi di studio e dei Dipartimenti interessati;

c) la gestione dell’organizzazione dei servizi comuni e dell’attivita’ amministrativa e di supporto alle attivita’ promosse dalla Struttura di raccordo;

d) l’istituzione di commissioni permanenti o a tempo determinato per problematiche strategiche o progetti specifici; i componenti di suddette commissioni possono non far parte del Consiglio della Struttura di raccordo;

e) l’indicazione ai Dipartimenti di specifiche esigenze didattiche ai fini dell’elaborazione delle proposte legate al reclutamento e l’enunciazione al Consiglio di amministrazione di un parere, relativo all’impegno didattico, sulle proposte di reclutamento dei docenti. Il parere tiene conto della programmazione della Struttura di raccordo in relazione alla razionalizzazione dell’offerta formativa e allo sviluppo delle scuole o delle tematiche individuate nel piano

strategico di Ateneo;

f) le procedure di autovalutazione dell’offerta didattica della Struttura di raccordo, tenuto conto dei criteri di valutazione ministeriali e adottati in Ateneo.

3. Il Consiglio della Struttura di raccordo e’ composto da:

a) il Presidente;

b) i Direttori di Dipartimento che vi partecipano;

c) una rappresentanza non superiore al 10% dei docenti che compongono ciascun Consiglio di Dipartimento che concorre a costituire la Struttura di raccordo. Fatto salvo quanto previsto dal successivo comma 5, tale rappresentanza viene designata dal Consiglio

di Dipartimento tra i Coordinatori dei Corsi di studio di cui all’art. 36, comma 2 (escluse le scuole di specializzazione di area medica), sui quali la Struttura di raccordo esercita l’attivita’ di cui all’art. 32, comma 3, dello Statuto. Laddove il numero dei Coordinatori designati sia inferiore alla suddetta percentuale, il Consiglio di Dipartimento interessato eleggera’, tra i componenti della Giunta, un numero di docenti pari ai posti disponibili. Il limite della rappresentanza del 10% si intende complessivo per la totalita’ delle Strutture di raccordo a cui il Dipartimento concorre.

d) una rappresentanza degli studenti afferenti alla Struttura di raccordo pari al 20 % del numero dei componenti del Consiglio, eletti in relazione ai diversi livelli dei corsi di studio e alla loro tipologia. Il mandato dura 2 anni;

4. Al Consiglio di Struttura di raccordo possono essere altresi’ invitati a partecipare anche il Responsabile amministrativo e il Manager didattico senza diritto di voto.

5. Il Consiglio della Struttura di raccordo di area medica e’ prioritariamente costituito da tre Direttori di Dipartimenti assistenziali e da due Direttori delle Scuole di specializzazione di

area medica, eletti rispettivamente dai docenti dell’Ateneo afferenti ai Dipartimenti assistenziali e da quelli che concorrono a costituire i Consigli delle Scuole di specializzazione. Tali componenti concorrono a costituire la percentuale di cui al precedente terzo

comma, lettera c).

You may also like...

Lascia un commento